È nata La Prospettiva, rivista di sinistra online

www.laprospettiva.eu

Della democrazia è mancata la pratica, gli strumenti per ora ci sono ancora, ma restano inutilizzati e quelli di controllo vengono intanto delegittimati, sfiduciati e attaccati in guerra aperta. Della defascistizzazione non vi è più traccia perché ogni relitto fascista è stato recuperato per rafforzare il potere del governo contro la giustizia e lo Stato, a servizio di un potere padronale. Amici e amiche, cittadini, se volete rispettare i nostri martiri e i nostri caduti, guardatevi dal ritorno di un regime che viene spacciato come decisionismo, che presuppone comunque un padrone e ovviamente la disuguaglianza e la prepotenza. Occorre salvare lo Stato, le istituzioni e la Costituzione. Forse questo oggi è rivoluzionario ma occorre un nuovo risorgimento, una nuova liberazione. Siate anche voi partigiani!

Torino, 21 aprile 2011 – Massimo Ottolenghi, partigiano

La storia non è finita. L’esplosione della crisi economica, le contraddizioni insanabili del sistema economico e gli squilibri sempre più accentuati ci insegnano che un altro mondo, più giusto, è quanto mai necessario. Esiste e Resiste un’Italia che non intende rinunciare alla difesa del Lavoro, della Scuola, della Pace, dei Beni Comuni, di un futuro migliore. Un popolo che pone alla sinistra, in tutte le sue declinazioni, la sfida della costruzione dell’alternativa. La costruzione di un’alternativa credibile e capace di portare il nostro Paese oltre la barbarie dell’oggi, non può passare attraverso le scorciatoie della personalizzazione della politica né tantomeno da un velleitario minoritarismo di testimonianza fatto di slogan e poco più. C’è bisogno di prospettiva. “La Prospettiva” sarà uno spazio aperto di confronto e di elaborazione politica. Una realtà in cui riportare al centro del dibattito l’urgenza di ripensare una complessiva idea di Paese, la necessità di avanzare una proposta politica realmente in grado di spostare gli assetti del sistema. “La Prospettiva” si farà promotrice dell’unità delle diverse esperienze e intelligenze, per rimettere in connessione le risorse intellettuali e politiche, sparse fra i diversi soggetti politici, sindacali, di movimento e dell’associazionismo, dei più diversi contesti di lavoro e di studio, con il fine ultimo di ridisegnare il nostro progetto per il futuro. “La Prospettiva” vuole legare analisi, formazione, proposta politica, presenza e radicamento sui territori e nelle scuole, nei luoghi di lavoro, nell’associazionismo. “La Prospettiva” vuole riportare al centro del pensare politico la questione europea e la questione internazionale, senza operare ingenue quanto improprie generalizzazioni: ciò che accade in un Paese diverso dal nostro può essere realmente compreso solamente se non viene separato dal suo oggettivo contesto. “La Prospettiva” si pone l’ambizioso obiettivo di gettare le basi politico-culturali perché sia possibile recuperare e riprendere la strada di Liberazione interrotta nel 1945 quando il nostro Paese, unito dal 1861, conquistò una delle Costituzioni più avanzate del mondo. La conquista di quella Carta, che ancora oggi è la nostra legge fondamentale, non rappresenta tuttavia un punto di arrivo, ma il punto di partenza di una nuova e faticosa lotta, ultimamente fin troppo dimenticata, per la concreta attuazione e realizzazione dei principi fondamentali di quel testo. La sovranità nazionale, la pace, l’investimento nell’intelligenza e nel progresso, il diritto al lavoro e la dignità del lavoro, la scuola come strumento di emancipazione basato sull’uguaglianza e la meritocrazia reale, la tutela dell’ambiente, del paesaggio, del patrimonio del nostro Paese, il valore della solidarietà e del riscatto degli sfruttati, la difesa dei beni comuni come pubblici e non vincolabili a logiche di profitto, il ruolo sociale delle imprese e dell’economia. Questo è il programma della nostra Costituzione. E questi sono i temi su cui “La Prospettiva” intende dare un proprio, crediamo prezioso, contributo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s