42 anni fa, il “malore attivo” di un ferroviere anarchico

Il 15 dicembre 1969 Giuseppe Pinelli, ferroviere e frequentatore del circolo anarchico ponte della ghisolfa, dopo tre giorni di fermo illegale e accusato ingiustamente di aver provocato la strage fascista di piazza fontana, morì durante l’interrogatorio del commissario calabresi, volò dal quarto piano del palazzo della polizia. si disse che si era suicidato, colpito da “un malore” attivo”. In molti però crediamo che più che altro lo “hanno suicidato.” Come allora, anche oggi, la violenza fascista gode di troppe libertà, mentre fa sempre comodo la pista anarchica…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s