InfoPal – Tre anni fa Israele scatenava ‘Piombo Fuso’: una strage degli innocenti

 Gaza – InfoPal. Il 27 dicembre del 2008 Israele scatenò contro la popolazione della Striscia di Gaza l’offensiva denominata “Piombo Fuso”: un massacro che in tre settimane di bombardamenti di cielo, mare e terra, fece 1400 morti (tra cui 430 bambini, 111 donne, 6 giornalisti, 6 medici, 2 operatori Onu), e 5360 feriti (1870 bambini e 800 donne). Provocò, inoltre, la distruzione di 16 strutture ospedaliere, 3 scuole dell’Unrwa, di tutti i campi, le serre agricole, gli alberi, e le industrie; danneggiò gravemente 18 scuole. Bombardò 28 ambulanze, 19 moschee, 215 cliniche, 20 mila edifici. 5000 famiglie rimasero senza tetto, 90 mila persone fuggirono di casa… La Striscia di Gaza fu ricoperta da 1 milione di kg di bombe, lanciate dall’aviazione, dalla marina e dall’artiglieria israeliane. Nei primi giorni di bombardamento molti bambini morirono di infarto. Israele fece uso di ADM, armi di distruzione di massa: uranio impoverito, DIME, fosforo bianco…

© Agenzia stampa Infopal E’ permessa la riproduzione previa citazione della fonte “Agenzia stampa Infopal – http://www.infopal.it”

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s