Una semplice riflessione

La cassazione afferma che il carcere non è l’unica e obbligatoria misura per punire chi ha commesso uno stupro di gruppo. Hans B. (è sintomatico che non ne viene diffuso il cognome) è stato condannato da un tribunale germanico a 4 anni e mezzo per aver abusato di ragazzini haitiani. Kim Schmitz, ex hacker, fondatore di megaupload, rischia fino a 20 anni di carcere per violazione dei diritti d’autore. Il metro usato nella nostra cultura occidentale è chiaro: subire una violenza psicofisica è meno grave che violare la sacralità della proprietà “privata”. Dobbiamo riflettere. Tutti/e.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s