In Italia le retribuzioni più basse dell’eurozona

Secondo l’utlimo “Labour Market Statistics”, analisi statistica dell’eurozona, edita da Eurostat [ http://epp.eurostat.ec.europa.eu/cache/ITY_OFFPUB/KS-32-11-798/EN/KS-32-11-798-EN.PDF ] le retribuzioni lorde italiane sono fra le più basse dell’eurozona. Mentre in Germania un lavoratore di un azienda con almeno dieci dipendenti nel 2009, anno di riferimento, guadagnava in media 41.100 Euro, in Danimarca 56.044, in Francia 33.574, in Olanda 44.412, in Austria 33.384, in Italia un dipendente recepiva in media 23.406 Euro lordi. Meno del lavoratore italiano guadagnano solo i dipendenti maltesi (16.158), portoghesi (17.129), sloveni (16.282) e slovacchi (10.387).

Da notare che i paesi del Nord-Europa, non solo hanno retribuzioni molto più alte, ma un sistema del welfare enormemente più sviluppato di quello italiano (anche se con alcuni segnali di crisi), forse esageratamente definito da alcuni un womb-to-tomb system, ma nel cui ambito lo stato investe molto di più nell’istruzione e nelle infrastrutture di carattere sociale (per fare un esempio: la Svezia investe il 7,5% del PIL nell’istruzione, l’Italia meno del 5%, al di sotto della media europea). Altro che mettere mano all’articolo 18.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s