giovedì 19 aprile serata NO TAV – NO BBT con Paolo Ferrero a Bolzano

Comunicato/invito 

La Federazione provinciale di Rifondazione Comunista – Federazione della Sinistra
in collaborazione con i circoli No Tav –
Kein BBT del Trentino Alto Adige
propongono una serata di informazione e dibattito:

Il progetto TAV dal Brennero a Verona è un enorme “buco nero”

almeno 4 volte più devastante e costoso del TAV della Val di Susa ed altrettanto inutile.

218 km di tracciato ferroviario
191 km di galleria a due canne + cunicolo pilota
da 11 miliardi a oltre 60 miliardi i costi previsti

Giovedì 19 aprile, alle ore 20.30
presso la sala grande della Kolpinghaus in via Ospedale a Bolzano

Relazioni introduttive di

· Claudio Campedelli – Comitato Kein BBT – No Tav Bolzano: gli aspetti distruttivi dell’opera, le devastazioni ambientali, la distruzione di falde acquifere e sorgenti, l’enorme produzione scorie;

· Gianfranco Poliandri – Comitati No Tav del Trentino: i costi economici dichiarati, presunti e pronosticabili e i costi sociali;

· Mario Branchicella – ferroviere, PRC Bolzano: la sottoutilizzazione della linea attuale e il suo facile ammodernamento.

Dopo gli interventi e le domande del pubblico e le risposte dei relatori concluderà la serata

Paolo Ferrero

segretario nazionale di Rifondazione comunista

Advertisements

2 thoughts on “giovedì 19 aprile serata NO TAV – NO BBT con Paolo Ferrero a Bolzano

  1. La velocità non ci ha portato avanti. Per la maggior parte dei beni un rallentamento sarebbe più ecologico ed economico. L’alternativa all’alta velocità e quindi il collegamento di tutti i mari d’Europa attraverso la rete fluviale ed il canale transalpino Danubio-Tirol-Adria.
    vorrei tirare la Vostra attenzione su una alternativa trasportistica, che rivoluzionerà i metodi di trasporto in Europa.

    Il Progetto Tirol-Adria, che, in prima linea, intende realizzare il collegamento delle idrovie europee attraverso il canale transalpino Danubio-Tirol-Adria con lo scopo di trasferire alla navigazione fluviale e marittima gran parte del trasporto merci nazionale ed internazionale evitando cosi , tra l altro, la costruzione di 3 grandi opere per il trasporto terrestre e cioè
    a) della Galleria di base del Brennero con le relative linee d accesso, di cui 150 km pure in galleria,
    b) del Ponte sullo Stretto di Messina ed infine anche
    c) del tunnel ferroviario tra Lyon-Torino per il TAV del corridoio 5 Lisbona- Kiev, che con la navigazione sul Danubio e sulle vie d acqua ottiene un ottimo collegamento est-ovest,
    d) del TAV Terzo Valico Genova-Milano

    Sarebbe proprio l’Italia che dovrebbe sviluppare una nuova logistica. L’ Italia, circondata dal mare, con fiumi e canali esistenti o non terminati (Venezia-Padova), che portano il mare nel retroterra, ha i presupposti per trasformarsi e di spostare il traffico merci sulle idrovie interne e sulle autostrade del mare, già dotate di infrastrutture portuali. Bisogna correggere lo sviluppo del secolo scorso dovuto soprattutto ai nomi Agnelli e Pirelli. La classificazione come progetto TEN-T della linea ferroviaria Berlino-Palermo con la galleria del Brennero (BBT) avvenne ancora prima della invenzione della Idrovia transalpina Danubio-Tirol-Adria. La nave – e non il TAV – è il mezzo di trasporto più ecologico ed economico per gran parte dei beni e quindi di grande importanza per lo sviluppo in Italia ed in Europa.

    Il Progetto Tirol-Adria si basa su finanziamento privato e quindi non aggrava le finanze dello Stato. Il relativo risparmio potrebbe diminuire il debito pubblico per circa. 50 miliardi di

    Last, not least vorrei precisare che tutte le reti di comunicazione sono collegati tra di loro, solo la rete fluviale e marittima italiana ancora tagliata fuori dalla vasta rete delle idrovie interne (100.000 km in un Europa fino agli Urali!). Aumenterà le prospettive negli Stati adiacenti all’Adriatico ed integrerà meglio il Mediterraneo al continente europeo.
    Ciò premesso chiedo di appoggiare la mia iniziativa riguardante la via d’acqua transalpina pubblicata sul sito http://www.tirol-adria.com !

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s