pattyfrancescoChi siamo? E’ una domanda che non bisognerebbe mai smettere di porsi, perché le identità, in questa società liquida,  si costruiscono e si ricostruiscono in continuazione, come cantava B.Dylan “l’unica cosa certa è il cambiamento!” Ci capita di essere etichettati da alcuni con un “Voi siete comunisti”, quasi che sia una colpa. In qualche modo costoro sono  preda di quello stesso meccanismo mentale e culturale che li fa simili a quei fanatici islamici che uccidono i cristiani accusandoli di essere dei crociati. Entrambe queste categorie di persone sono vittime della Storia, delle falsità con cui essa viene spesso raccontata e non sanno rendersi conto degli enormi cambiamenti che ci sono stati, non sanno fare distinzioni. Sono gli stessi che ragionano attraverso parole vuote, che in questo recente ventennio hanno sentito, e ancora sentono risuonare nelle orecchie “Ho salvato l’Italia dal comunismo”, dimenticando che l’Unto dal Signore l’ha consegnata alla corruzione, al malaffare, a un debito pubblico spaventoso che oggi taglia le ali ai sogni delle nuove generazioni. Chi siamo? Noi siamo la Sinistra eco-sociale, quella sinistra che non è vero che non esista più o non abbia differenze con la destra. Certo che le ha, e molte, e significative. Innanzitutto perché noi ragioniamo al plurale, cerchiamo di risolvere i problemi per il bene della comunità e non solo nell’interesse di alcuni gruppi. Noi non difendiamo gli interessi degli albergatori, dei commercianti, dei contadini e nemmeno quelli dei soli lavoratori, ma operiamo per il bene della comunità dove albergatori, commercianti, contadini, liberi professionisti, imprenditori e lavoratori sviluppano le proprie attività in un equilibrio di regole, diritti e doveri che garantiscano il riconoscimento e la garanzia del proprio lavoro e di una vita dignitosa per tutti, aperta alle opportunità  senza differenze di etnia, di lingua, di religione, di razza, di ceto,  ecc… Noi siamo quelli che pensano che non ci si salva da soli, ma o ci si salva tutti oppure prima o poi, i nostri figli, i nostri nipoti saranno spazzati via da chi non ha nulla da perdere semplicemente perché non ha nulla. Noi siamo quelli convinti che la felicità, come il benessere, o la si condivide o dura nulla, e soprattutto non è data dai soldi, dalle opere faraoniche che arricchiscono qualche amico dei potenti, dal nazionalismo che continua a dividere e non ci fa riconoscere come fratelli. Siamo quelli consapevoli che è il momento di assumersi le proprie responsabilità perché abbiamo un solo pianeta quindi o lo preserviamo, o i nostri figli dovranno emigrare, si emigrare, ma verso un’altra galassia. Noi siamo quelli che hanno il coraggio di dire che certe abitudini, certi comportamenti non possono essere più tollerati (inquinare, sprecare, consumare territorio, perseverare con le ingiustizie, ..) perché ci stanno portando lentamente ma inesorabilmente alla catastrofe. Chi siamo? Siamo comunisti? Qualcuno di noi forse lo è, ma si riconosce in quel comunismo che si rifà all’onestà politica, morale, etica e amministrativa di un Berlinguer, che però fa proprie le istanze di nuovi diritti e nuove opportunità individuali iscritte nel benessere collettivo, perché i tempi cambiano e bisogna sforzarsi di guardare con sguardo acuto alla realtà, di guardare avanti senza farsi imprigionare dal passato. Noi siamo la sinistra eco-sociale ed esistiamo più che mai.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s