Come cavalli che dormono in piedi. Demoghéla – Storie dal fronte nord orientale

di e con Paolo Rumiz

“Derumiz1moghèla”, parola tradotta in modo insultante dopo il ’18 per denigrare  gli  italiani  di  frontiera  cui  toccò  in  sorte  di  combattere  contro  il Tricolore; fu in realtà il modo scanzonato con cui i soldati del litorale austro-ungarico seppero prendere la guerra su un fronte sterminato e crudele, in Galizia, battendosi spesso da valorosi contro il più grande esercito del mondo, quello russo.
Nello spettacolo tratto dal suo omonimo libro (ed. Feltrinelli) Paolo Rumiz  narra  il  suo  incontro  con  i  “Dimenticati”  raccontando  questo  suo viaggio nello spazio e nel tempo assieme all’attore Adriano Giraldi. Accanto ad essi il chitarrista Stefano Schiraldi interpreterà al ritmo sincopato del blues alcune delle ballate che l’autore dedica ai soldati di allora, ncluso il nonno mai conosciuto, e i fanti del Tricolore, che all’inizio della storia invitano il viaggiatore a esplorare senza paura le terre del nemico. Una conciliazione post-mortem fra avversari  che mai si odiarono e oggi ci indicano la strada di un’Europa di pace.
Paolo Rumiz è un grande narratore, un osservatore sensibile della storia e della nostra realtà di confine, una firma importante del giornalismo italiano che attraverso un linguaggio ricco di vibrazioni emotive ha conquistato un vasto pubblico di lettori. Alle sue ricerche, alla sua capacità di raccontare sono stati affidati progetti importanti dedicati al tema della Grande Guerra.

  • Luogo: Merano, Teatro Puccini, p.zza Teatro
  • Data: 21.02.2017
  • Orario: 21.00
  • Ingresso: gratuito
  • Organizzatore: Biblioteca Civica Meran- tel. 0473/276391
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s